Portale Trasparenza Città di Monsampolo del Tronto - Autotutela Tributaria

Il portale della Trasparenza conforme al D.Lgs. 33/2013 - "Amministrazione Trasparente"

Tipologie di procedimento

Autotutela Tributaria
Responsabile di procedimento: Campanelli Francesca
Responsabile di provvedimento: Campanelli Francesca
Responsabile sostitutivo: Binni Tullia Maria, Stella Maria
Uffici responsabili
Ufficio Tributi
Descrizione

L’istituto dell’autotutela consiste nel potere dell’amministrazione di annullare o revocare propri precedenti atti sulla base di una valutazione di opportunità che essa stessa è chiamata a compiere. Tale valutazione di opportunità, pur beneficiando di una certa dose di discrezionalità amministrativa, deve fondarsi sostanzialmente su due distinti presupposti:

  • la presunta illegittimità e/o infondatezza dell’atto da annullare
  • l’esistenza di un interesse pubblico attuale alla eliminazione dell’atto.

L'Ufficio può esercitare il potere di autotutela sugli atti espressamente indicati dall’art. 19 comma 1, del D.Lgs 31/12/1992, n.546, cioè gli atti accertativi, quelli esecutivi, i dinieghi o i mancati rimborsi contro i quali sarebbe stato ammissibile il ricorso del contribuente alla commissione tributaria.

Il contribuente può presentare istanza di autotutela per la revisione dell'Avviso di Accertamento in carta semplice specificando le ragioni di fatto e di diritto per l'eventuale revisione o annullamento dell'atto ritenuto illegittimo.

L'Ufficio procederà poi all'ìistruttoria dell'istanza.

Entro il termine previsto lo stesso provvederà all'emissione del provvedimento di accoglimento e di diniego della richiesta.

È importante sottolineare come i provvedimenti di autotutela possano essere adottati anche in pendenza di giudizio. Sull’argomento è intervenuta anche la circolare n.198/S del 5/8/1998, la quale nel dettare chiarimenti sull’applicazione delle disposizioni di cui al D.M. 37/97, ha specificato che ai fini dell’esercizio dell’autotutela non assume rilevanza:

  • il decorso dei termini per presentare il ricorso
  • se il ricorso è stato presentato, ma respinto con sentenza passata in giudicato per motivi di ordine formale (es. inammissibilità, improcedibilità, irricevibilità)
  • la presenza di un giudizio pendente
  • la mancata presentazione dell’istanza da parte del contribuente

 

 

Chi contattare
Altre strutture che si occupano del procedimento
Termine di conclusione
Conclusione tramite silenzio assenso: no
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: no
60 giorni dalla presentazione
Costi per l'utenza

Nessun costo

Riferimenti normativi
Servizio online
Tempi previsti per attivazione servizio online: non previsti
Contenuto inserito il 25-11-2013 aggiornato al 24-12-2013

Ricerca procedimenti

Facebook Twitter Google Plus Linkedin
- Inizio della pagina -
Recapiti e contatti
Corso Vittorio Emanuele III, 87 - 63077 Comune di Monsampolo del Tronto (AP)
PEC comune.monsampolodeltronto@pec.it
Centralino +39.0735.704116
P. IVA 00395630445 - Codice fiscale 82000530442
Linee guida di design per i servizi web della PA
Il progetto Portale della trasparenza è sviluppato con ISWEB® di Internet Soluzioni Srl www.internetsoluzioni.it